Posts contrassegnato dai tag ‘Regime Iran’

watermarkcomp-2

Non ci sono parole: nella Repubblica Islamica non si ha il diritto di essere contenti. Così, se qualche innocente cittadino iraniano decide di ballare la canzone “Happy” di Pharrel Williams e di pubblicare il video su Youtube, immediatamente diventa un criminale da perseguire e sbattere in carcere.

Andiamo con ordine: qualche settimana fa, diversi ragazze e ragazzi in Iran, decidono di esprimere la voglia di felicità e ballare il pezzo del momento, “Happy”, ascoltato in Iran grazie al mercato nero della musica. Così, ecco apparire su Youtube un paio di video ispirati alla canzone di Pharrel Williams ed intitolato “Happy in Tehran” e “Happy we are from Tehran”. Nei video, che vi riproponiamo sotto, si vedono giovani iraniani danzare e battere le mani al ritmo della musica del popolare artista americano. Molte delle ragazze, coraggiosamente, decidono di apparire in video senza il velo, dimostrando la loro voglia di essere libere, indipendenti e felici.

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=9zozFmDfV4Q%5D

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=RYnLRf-SNxY%5D

Come suddetto, anche con il mitizzato Rohani Presidente, in Iran non si ha il diritto di essere felici. Ecco allora che la mano insanguinata del regime fascio-islamista si abbatte ancora contro i partigiani del XXI secolo. Qui sotto, quindi, potrete vedere il servizio, trasmesso dalla TV iraniana, relativo all’arresto di alcune delle ragazze e dei ragazzi che hanno preso parte ai video Happy in Tehran e Happy we are from Tehran. Come vedrete nelle immagini, mentre i miliziani del regime interrogano i responsabili, si vedono dietro alcuni spezzoni dei video incriminati.

Che cosa aggiungere? Probabilmente che, chiunque decide di mantenere con il regime iraniano relazioni politiche, dovrebbe ogni giorno di più provare un senso di vergogna. E’ grazie a questa passività, infatti, che i giovani iraniani finiscono costantemente in carcere o peggio, sulla forca…

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=N5jyIR3NdjE%5D

 

aclj116_saeedabedini_p-29a2bc416db19ffbae6b6999730ef16568d8011b-s6-c30

Un grido di aiuto ci giunge dalla famiglia di Saeed Abedini, il Pastore cristiano evangelico imprigionato in Iran e condannato ad otto anni di carcere per il suo credo religioso. Abedini, arrestato nel settembre del 2012, è in possesso anche dalla cittadinanza americana e il regime lo sta usando come arma di ricatto contro Washington. Apprendiamo in queste ore che, da circa un mese, il Pastore evangelico è ricoverato in un ospedale di Teheran per delle cure mediche urgenti. Saeed Abedini, secondo il suo legale, si sarebbe sentito male in seguito ad una serie di ferite riportate durante la prigionia nel carcere di Rajai Shahr. I medici ritengono che dovrebbe subire una immediata operazione chirurgica ma, almeno sinora, il regime iraniano ha negato il permesso.

Saeed Abedini ha 33 anni è sposato e ha due figli che lo attendono a braccia aperte negli Stati Uniti. Come hanno rimarcato i famigliari, al momento della sua incarcerazione, Saeed era un uomo in piena salute e in ottima condizione fisica. A due anni dall’inizio della sua prigionia, in seguito alle persecuzioni fisiche e psicologiche subite dalle guardie del regime, il Pastore evangelico è ormai estremamente deperito e debole. Attivisti di tutto il mondo, ormai, sono impegnati nella campagna per la sua liberazione e in America diverse importanti personalità hanno chiesto al Presidente Obama di pretendere il rilascio di Saeed Abedini dal regime iraniano. Nonostante le sue promesse, Hassan Rohani non ha fatto nulla per migliorare la situazione dei diritti umani all’interno della Repubblica Islamica. Al contrario, come evidenziato dalle Nazioni Unite e rimarcato dall’Unione Europeae, le persecuzioni, gli arresti e le condanne a morte sono drammaticamente aumentate.

Vi chiediamo di unirvi alla campagna per la liberazione immediata di Saeed Abedini e vi invitiamo a firmare la petizione in suo favore: http://beheardproject.com/saeed

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=F9GH47JKCso%5D

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=sR4g6IG8YFg%5D