Posts contrassegnato dai tag ‘Protestanti’

aaaaa

La storia che vi raccontiamo è fatta di dolore e sofferenza. E’ la storia di Maryam Naghash-Zargaran, anche nota come Nasim, una giovane ragazza iraniana, arrestata dal regime solamente perchè cristiana. Nasim è stata fermata dalla polizia nell’inchiesta che ha coinvolto il Pastore Saeed Abedini, anche lui oggi rinchiuso nelle prigioni iraniane. Nasim, infatti, è una seguace del cristianesimo protestante e membro della “God Church”. Soprattutto, però, Nasim volontaria nell’orfanotrofio costruito dal Pastore Abedini nel 2012 presso Rasht. Come noto, i Mullah non hanno gradito l’attività pastorale di Saaed Abedini e lo hanno incarcerato con l’accusa di apostasia e di rappresentare una minaccia “contro la sicurezza nazionale” (Abedini è stato condannato a 8 anni di carcere…).

Arrestata nel 2012, Nasim è stata rinchiusa nel carcere di Evin, ove sono detenuti molti prigionieri politici e di coscienza. Come per il Pastore Abedini, anche per lei l’accusa è quella di apostasia – per essersi convertita dall’Islam al cristianesimo protestante – e di “minaccia alla sicurezza nazionale”. Solo per aver deciso di abbandonare l’Islam, la Corte ha accusato Nasim di essere connivente con i nemici della Repubblica Islamica e l’ha condannata a 4 anni di detenzione nel luglio del 2013. Purtroppo, le condizioni detentive in cui è stata detenuta la giovane Nasim, 35 anni appena, sono sempre state pessime e degradanti. Per questo, il cuore di Nasim ha cominciato a crollare, fino a quando non è sopraggiunto un attacco di cuore. Solo allora, il regime è stato costretto a rilasciarle un permesso per motivi medici.

Al peggio, però, non c’è mai fine: ritornata in carcere dopo il permesso medico, Nasim ha subito un controllo di sicurezza “particolare”Costretta a spogliarsi nuda davanti ad altre prigioniere, Nasim è stata palpeggiata e molestata in maniera del tutto inumana. Alla violenza fisica delle guardie, si è aggiunta quella psicologica: insieme ai palpeggiamenti, la sicurezza ha aggiunto anche una serie di insulti e offese che hanno umiliato pubblicamente Nasim.

Chiediamo la liberazione immediata di Maryam Naghash-Zargaran (Nasim) e di tutti gli oltre 50 cristiani presenti nelle carceri iraniane, arrestati e condannati unicamente per motivi religiosi!

Tu puoi liberarla! Firma la petizione per la liberazione di Maryam!

http://goo.gl/5F1yGx

dp_img_maryam_zargaran

untitled

Ahmad Shaheed, l’inviato speciale delle Nazioni Unite, ha presentato il 28 ottobre il suo ultimo rapporto sulla situazione dei diritti umani all’interno della Repubblica Islamica. Il suo report, durissimo, sarà oggetto di diversi articoli che pubblicheremo sul nostro sito. In questo primo articolo, vogliamo denunciare lo stato drammatico dei cristiani iraniani. Secondo quanto denunciato dall’inviato speciale dell’ONU, nelle carceri iraniane mietono abbandonati 49 cristiani, dimenticati dalla Comunità Internazionale. In particolare, denuncia Shaheed, sempre piu’ dura si è fatta la repressione delle autorità contro i fedeli cristiani protestanti, i cui siti Internet vengono bloccati e le chiese vengono chiuse. Nell’aprile 2014, ricorda l’inviato internazionale, le forze di sicurezza hanno arrestato sei cristiani nel sud di Teheran, con un blitz nella casa di un fedele, trasformata segretamente in Chiesa. I loro nomi sono Ehsan Sadeghi, Nazy Irani, Maryam Assadi, Ali Arfa’e, VahidSafi e Amin Mazloomi. Negli ultimi 3 anni, quindi, la mano criminale del regime si è abbattuta in maniera durissima contro i convertiti, ovvero coloro che hanno abbandonato l’Islam per abbracciare il cristianesimo. Per loro, i Mullah non hanno alcuna pietà e la pena per apostasia può anche essere la pena di morte. Tra coloro che languiscono in carcere per questo motivo, vogliamo ricordarlo, c’è il Pastore Farshid Fathi, a cui di recente sono state anche negate le cure mediche…

Facciamo appello a Papa Francesco, in quanto capo della Chiesa di Roma, per ottenere la liberazione dei cristiani iraniani e il loro diritto inalienabile a professare il Credo liberamente e senza la minaccia del Terrore!

 [youtube:https://www.youtube.com/watch?v=0jhrRYieVBo%5D