Posts contrassegnato dai tag ‘Omosessualità’

gay-iranian-protestor

Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa iraniana ISNA, un uomo di 31 anni e’ stato impiccato in pubblico il 20 dicembre scorso, per “sodomia”, ovvero – detta in termini semplici – per omosessualita’.

Secondo la ISNA, i fatti sono accaduti presso la citta’ di Kazeroon e l’uomo e’ stato condannato per aver avuto rapporti con due quindicenni (per questo l’uomo e’ stato accusato anche di rapimento).

La sentenza e’ stata emessa dalla Quarta Sezione della Corte Penale di Kazeroon e confermata dalla Sezione 42 della Corte Suprema iraniana.

man

123

Il 4 settembre scorso, parlando davanti alla potente Assemblea degli Esperti, Ali Khamenei ha sviluppato il suo personale ragionamento geopolitico. Teorizzando un nuovo ordine internazionale, la Guida Suprema iraniana ha descritto le ragioni per le quali l’Occidente, a suo parere, è destinato a decadere. E’ bene che queste ragioni se le ricordino coloro che, in tutta Europa e oltre, promuovono oggi un accordo con la Repubblica Islamica. Ricordare le parole di Khamenei, infatti, serve a capire bene per quale motivo le democrazie mondiali non possono convivere con il regime dei Mullah. Orbene, prevedendo un nuovo ordine mondiale dominato dalle religioni, prima fra tutti l’Islam, il Rahbar ha affermato che la cultura occidentale è in via di estinzione perchè troppo incentrata slogan quali “diritti umani” e “democrazia”. Non solo: a detta di Khamenei, l’Occidente è anche colpevole di aver snaturato il ruolo della donna, sostenendo movimenti come quello femminista che hanno rovinato il genere femminile. Dulcis in fundo, dopo aver ricordato che ormai il Corano ha sempre piu’ successo in Europa, Khamenei ha attaccato la concenzione del sesso occidentale, in particolare l’aver trasformato l’omosessualità in un valore….Per Khamenei, infine, la decandenza delle democrazie non si fermerà qui, ma “continuerà verso condizioni peggiori e piu’ brutte”.

Come suddetto, questo articolo lo dedichiamo a tutti coloro che oggi, putroppo, applicano ragionamenti di diplomazia Occidentale verso la Repubblica Islamica. Il nostro consiglio è di non farsi troppe illusioni: la Repubblica Islamica non cambierà mai e con lei neanche il fondamentalismo che domina la sua leadeship religiosa, militare e politica.

abcd

 

Untitled

Anche in Iran si scopa!!! Adesso è ufficiale: a rivelarlo è una inchiesta segreta del Parlamento iraniano, lunga 82 pagine e resa nota da un articolo dell’Economist. Secondo questa inchiesta, infatti, non solamente i giovani iraniani sono sessualmente attivi, ma l’80% delle donne non sposate hanno un ragazzo con cui mantengono costanti rapporti fisici. Non solo: il 17% dei 142.000 studenti analizzati dall’inchiesta, hanno anche rapporti sessuali considerati peccato nella Repubblica Islamica, ovvero sono omosuessuali. La capitale del sesso, come prevedibile, è Teheran. In poche parole questa inchiesta dimostra che, una volta chiusa la porta di casa, i giovani iraniani sfogano il loro bisogno di libertà. Nonostante l’oppressione morale bigotta del regime, infatti, neanche i Mullah possono bloccare la voglia di vivere del popolo. Tra le altre cose, nella Repubblica Islamica esiste anche un modo legale per fare sesso liberamente senza essere puniti: si chiama sigheh, anche noto come “matrimonio temporaneo“, ovvero un matrimonio che può durare anche una sola ora e che permette ad un uomo e una donna di unirsi sessualmente senza rischiare il patibolo. Il sigheh è da molti descritto come una “prositutzione legale“. Tra le altre cose, è molto usato dai religiosi di Qom per mettere in pratica i loro piaceri sessuali senza sentirsi in colpa verso Maometti…Ovviamente i media iraniani hanno nascosto il contenuto dell’inchiesta al pubblico. Nonostante tutto, ancora una volta, la verità è uscita fuori!

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=dmFKPSBWpH4%5D

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=mPoLjAauqs4%5D

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=EG90hR2Nf3Y%5D