Posts contrassegnato dai tag ‘Esecuzione Pubblica’

bfder

Tanto per cominciare bene il 2018, il regime iraniano ha impiccato l’ennesimo detenuto in pubblico. Questa volta, l’esecuzione in stile medievale e’ avvenuta presso Salmas e il detenuto, tale Hossein Eskandarzadeh – riconosciuto infermo mentalmente – e’ stato condannato per aver ucciso diversi sembri della famiglia della moglie (video dell’esecuzione).

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno deciso di inserire Sadeq Larijani – potente capo della Magistratura iraniana e fratello di Ali Larijani, Speaker del parlamento iraniano – nella lista delle sanzioni. Sadeq Larijani non e’ solamente accusato di abusi dei diritti umani, ma anche di sostegno al programma missilistico e nucleare del regime. Il Dipartimento di inserito nella lista delle sanzioni, tra gli altri, anche l’unita’ dei Pasdaran responsabile della guerra elettronica e della difesa cibernetica.

Annunci

photo_2016-05-25_18-09-04-mreddvtl93r4qw5jlsffuxcow8knmypnn5av1jhtws

Sono state diffuse recentemente delle immagini shock, che  mostrano come la Repubblica Islamica dell’Iran promuove la pena di morte nei libri per bambini: come e’ possibile, in questi assurdi disegni si possono vedere cani e gatti impiccati. Lo scopo e’ chiaro: abituare i bambini alle esecuzioni capitali sin dalla prima infanzia (Hormate Hayat).

Questi disegni vengono diffusi proprio mentre viene reso noto che un altro prigioniero e’ stato impiccato in pubblico. L’esecuzione ha avuto luogo presso Shiraz, nel sud dell’Iran (Iran Human Rights).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ricordiamo che nel gennaio scorso, Amnesty International ha pubblicato un durissimo report di denuncia nei confronti di Teheran. Nel report, Amnesty accusa l’Iran di continuare a condannare a morte coloro che hanno compiuto reati in eta’ minorile, in piena violazione delle normative internazionali. Questo, nonostante la Repubblica Islamica sia firmataria della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia (Unicef Italia).

Tra il 2005 e il 2015, riporta Amnesty, almeno 73 minori sono stati condannati a morte e poi impiccati.  Nel 2014, quindi, le Nazioni Uniti hanno rivelato che oltre 160 detenuti che hanno compiuto il reato in eta’ minorile, attendono la loro esecuzione nelle carceri iraniane (Amnesty International).