Posts contrassegnato dai tag ‘Cristiani’

abc

Almeno 114 cristiani arrestati nella Repubblica Islamica dell’Iran, in meno di un mese. E’ questo il dato terribile che e’ stato denunciato da Open Doors UK, sottolineando che si tratta di fedeli che hanno scelto di lasciare l’Islam, per abbracciare il cristianesimo.

Purtroppo, mentre nei Paesi ove viene rispettato lo Stato di Diritto la conversione e’ una cosa privata, parte del diritto del singolo a seguire la propria coscienza, in Iran e’ un peccato che puo’ – nei casi piu’ gravi – anche costare la pena capitale. L’abbandono dell’Islam, noto come apostasia, e’ considerato un peccato imperdonabile.

Secondo il Telepraph, gli arrestati sono stati accusati tutti di “proselitismo”, costretti a raccontare la loro attivita’ di fedeli cristiani e intimati ad abbandonare immediatamente la loro nuova fede per ritornare all’Islam.

Non solo: coloro che, dopo l’arresto sono stati rilasciati, sono stati informati che presto riceveranno una chiamata dal Ministero dell’Intelligence. Un Ministero che, per la cronaca, dipende direttamente dal Presidente iraniano Hassan Rouhani…

firouzi

Il regime iraniano ha negato le cure mediche a Ebrahim Firouzi, prigioniero politico, detenuto dal 2014 per esseresi convertito dall’Islam al Cristianesimo. Secondo quanto riportato da chi lo ha visitato, Firouzi – detenuto nel carcere di Rajaei Shahr, e’ affetto da infezioni ai denti che – considerato il dieniego di essere visitato da uno specialista – gli stanno oggi impendendo quasi di poter mangiare.

Firouzi e’ stato arrestato la prima volta nel 2010 e accusato dalla Corte Rivoluzionaria di Karaj di “propaganda contro lo Stato”. Rilasciato nel giugno del 2011, Firouzi e’ stato nuovamente arrestato un anno dopo, questa volta con l’accusa di “aver creato dei siti Internet per insegnare il Cristianesimo”.

Condannato ad un anno di carcere e due di esilio dal giudice Hassan Babaie, Firouzi ha deciso di fare ricorso contro la sentenza. Arrestato ancora nel 2014, Firouzi e’ stato sottoposto a duri interrogatori, fino ad essere costretto a rilasciare delle confessioni forzate. Accusato dal giudice Mohammad Moghiseh di aver “creato gruppi con l’intenzione di disturbare la sicurezza nazionale, Firouzi e’ stato condannato a cinque anni di carcere nell’aprile del 2015.