Posts contrassegnato dai tag ‘Conversioni’

abdolali_pormand_dezfoul_1

Ci risiamo: un altro giovane iraniano, convertito dall’Islam al cristianesimo, e’ stato arrestato dagli agenti dell’intelligence. Il giovane, Abdol-Ali Pourmand (da convertito ha preso il nome di Elyas), e’ stato arrestato il 19 ottobre 2017, dopo essere stato convocato negli uffici dell’intelligence di Dezful.

In seguito all’arresto, Abdol-Ali Pormand e’ stato trasferito presso Ahwaz e ha potuto contattare la sua famiglia solamente dopo tre giorni. Nel frattempo, gli agenti del MOIS hanno perquisito la sua abitazione, confiscando delle Bibbie e dei CD contenenti altri testi cristiani.

Dalle notizie che arrivano dall’Iran a due settimane di distanza dall’arresto di Abdol-Ali Pourmand, il regime non ha ancora concesso al detenuto il diritto – riconosciuto anche dalle norme iraniane – ad avere un rappresentante legale.

In questo ultimo mese, altre tre cristiani convertiti sono stati arrestati presso Dezful. Dopo essere stati picchiati, ai fermati e’ stato detto di abbandonare la fede cristiana o di essere consapevoli che il rischio e’ quello di essere condannati a morte o ad abbandonare l’Iran.

Iran_location-Dezful

 

mohabatnews_firozkoh

Due detenuti iraniani di fede cristiana, Hadi Asgari e Afshar Naderi, hanno dichiarato lo sciopero della fame. La misura estrema della protesta è stata presa dai due detenuti, in considerazione dello stato pessimo della loro detenzione e della mancanza di adeguate cure mediche. I due, sono rinchiusi da oltre sei mesi nel carcere di Evin, senza neanche aver subito sinora un reale interrogatorio o aver avuto accesso ad un legale (Mohabat News).

Hadi Asgari e Afshar Naderi sono stati arrestati nell’agosto del 2016, durante un raid delle forze di sicurezza in un giardino private presso Firouzkouh. Con loro sono state arrestate altre tre persone, anche loro di fede cristiana. I cinque, tutti convertiti dall’Islam al cristianesimo, sono stati fermati mentre si erano riuniti per una preghiera. Nel giardino, quindi, le forze di sicurezza iraniane hanno trovato e confiscato anche tre Bibbie e materiale per la preghiera (Mohabat News).

In seguito al raid delle forze di sicurezza, il giardino è stato chiuso, impedendo allo stesso proprietario di accedervi. Le famiglie degli arrestati, quindi, temono che le autorità iraniane possano fabbricare delle prove contro i loro cari e costringerli a firmare delle confessioni forzate (Mohabat News).

Ricordiamo che in Iran, chiunque abbandoni l’Islam è accusato di apostasia e, nei casi più estremi, condannato a morte.