Archivio per la categoria ‘Iran Armenia’

pa-28705159_upload_mxavkz

Il regime iraniano ha deciso di sospendere il calciatore Mehdi Rahmati, portiere della nazionale e della squadra di Teheran, lo Esteghlal. La ragione è la diffusione di una foto che lo ritrae in Armenia, accanto ad una giovane ragazza senza velo ed in minigonna (Khabar One).

Non è la prima volta che accade qualcosa di simile: nel gennaio del 2016, il portiere del Persepolis Sosha Makani fu addirittura incarcerato con una motivazione simile, ovvero per la pubblicazione di alcune foto che lo ritraevano mentre ballava e abbracciava una ragazza senza velo (No Pasdaran).

A quanto pare, però, le regole sono diverse per i leader iraniani. Questi, infatti, non solo possono avere account social senza paura della censura, ma anche farsi fotografare con leader politici donne occidental, senza il velo. Un esempio è la foto scattata a New York, durante l’assemblea ONU, tra il Premier britannico Theresa May e Hassan Rouhani. Neanche a dirlo, al Presidente iraniano nessuno ha chiesto conto di questo “scatto haram”.

jamnewsimage06183065

Annunci

FOTO 2

Una storia quasi da film, dove la criminalità si mischia, ancora una volta, al terrorismo: dalla Siria, vicino ad Aleppo, arriva infatti un video che mostra due componenti di una gang americana, combattere fieri per il dittatore Bashar al Assad. Si tratta di Wino Ayee Peeyekan e del suo fedele amico Creeper, membri di una banda criminale di origine armena “Armenia Power“, attiva nella città di Los Angeles e sostenitori accaniti di Hezbollah e dell’Iran. L’Amernian Power è composta da almeno 200 affiliati, di origine non solo armena ma anche iraniana, libanese e ispanica. Grazie a stretti rapporti con la mafia russa, l’Armenian Power non è una semplice gang di strada, ma un vero e proprio cartello internazionale della criminalità organizzata.

Nel video, come potrete vedere voi stessi qui sotto, Wino e Creeper mostrano orgogliosi i loro mitra e sparano alcuni colpi dimostrativi per dimostrare la loro capacità di uccidere. Orgogliosi delle loro armi, i due danno spettacolo con un monologo aggressivo, mischiano parole in gergo americano come “homie” (amico), a termini latinoamericani come “sureños“, ovvero “meridionali”, parola usata soprattutto per indicare le bande criminali messicane attive negli Stati Uniti. E’ certo che i due criminali americani sono arrivati in Siria grazie alla rete criminale di Hezbollah e dell’Iran, attiva sia negli Stati Uniti che in Armenia, paese ove è molto fote la comunità cristiano ortodossa siriaca.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=v2Ogt9FWgIs%5D

Come suddetto, sembra quasi di assistere ad un film americano, quello dove ogni storia sembra possibile. Questa volta, purtroppo, si tratta della realtà, di una terrificante realtà. Visitando la pagina Facebook di Wino Ayee Peeykan, quindi, è possibile trovare diverse foto di questo criminale americano con sciarpe di Hezbollah e l’effige di Hassan Nasrallah. Le foto – alcune ve le mostriamo qui sotto – sono state scattate in Siria e non lasciano dubbio sulla posizione ideologica dei due americani. Wino, tra le altre cose, si dichiara anche profondamente triste per non aver potuto assistere alla nascista della figlia nel mese di febbraio, perchè impegnato ad uccidere innocenti siriani in nome di Assad.

FOTO 1

foto 3

La presenza di una pericolosa rete di Hezbollah e dell’Iran in America non è una novità. Grazie alle sue cellule attive in America Latina sin dagli anni ’80, Hezbollah e Teheran si sono infiltrati a due mani nel traffico di droga che colpisce tutto il continente americano. Nel nord America, quindi, queste cellule sciite sono entrate in diretto contatto con i cartelli della droga di orogine sudamericana, in primis con la gang dei Los Zetas. Proprio grazie a questi contatti, nell’ottobre del 2011, un agente iraniano della Forza Quds ha tentato di organizzare un piano per uccidere l’Ambasciatore dell’Arabia Saudita a Washington. Fortunatamente, grazie ad una azione sotto copertura di un agente dell’FBI fintosi trafficante di droga, il piano è stato scoperto e il responsabile arrestato.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=FpGDM85y6Ow%5D