Archivio per gennaio 17, 2017

houthi-arms-pipeline

Il ruolo del regime iraniano in Yemen, a sostegno delle milizie sciite Houthi, è cosa nota, a dispetto delle continue smentite di Teheran. In questi giorni, però, arriva da Sanaa una nuova conferma, grazie alle confessioni di un ex comandante Houthi, che ha deciso di arrendersi alle forze governative.

In un video rilasciato da al-Arabiya, l’ex comandante Houthi Abu Mohammed, conferma che i ribelli sciiti in Yemen sono addestrati direttamente dai Pasdaran iraniani e dai terroristi di Hezbollah. Per la cronaca, Abu Mohammed era il responsabile dell’apparato missilistico dei ribelli Houthi e degli attacchi compiuti contro i civili nel distretto di al-Nihm.

Abu Mohammed ha anche aggiunto che, attualmente, gli addestratori iraniani e libanesi, si trovano ancora nel governatorato di Sa’ada, dove controllano direttamente dei infrastrutture militari segrete.

La confessione di Abu Mohammed, arriva appena un mese dopo che il “Conflict Armament Research“, think tank inglese, ha constatato che le armi sequestrate su navi iraniane dalla marina australiana e francese nel Mar Arabico, sono simili a quelle catturate ai ribelli Houthi in Yemen. Grazie a questi sequestri, è stato dimostrato che il regime iraniano usa i porti della Somalia per inviare missile, lanciarazzi e altre armi leggere agli Houthi in Yemen.

Clicca sull’immagine per vedere il video di al-Arabiya (in arabo)

hezbollah-houthi