In Iran come a Napoli: polizia spara senza avvertimento e uccide intere famiglie

Pubblicato: settembre 15, 2014 in Iran, Iran Armi, Iran crisi, Iran Diritti Umani, Iran notizie, Iran Polizia, Iran Proteste, Iran Regime, Iran repressioni, Iran Rouhani, Iran Società, Iran Youtube
Tag:, , , , , , , , ,

123

Due tragedie in pochissimi giorni hanno colpito i civili iraniani. In entrambi i casi, la polizia ha aperto il fuoco senza preventivo avvertimento, uccidendo in totale cinque persone innocenti. Nel primo incidente, avvenuto nel distretto di Kash, la macchina del signor Abdollah Moradzehi è stata colpita ripetutamente da diversi spari. I colpi sono partiti dalla pistola del sottotenente Mohsen Bandohi, un uomo che soffre di problemi mentali e psicologici a cui, secondo quando scritto in un rapporto forense, non era permesso portare armi. Gli spari del sottotenente Bandohi hanno ucciso sul colpo il signor Moradzehi, causando il ferimento grave della moglie e quello leggero dei due figli presenti in macchina.

In un secondo incidente, avvenuto l’11 settembre presso il distretto di Nukabad, la polizia ha sparato senza preventivo avvertimento contro una Peugeot 405. Gli spari hanno ferito l’autista, provocando lo sbandamento del veicolo e la successiva caduta del mezzo da un ponte. La macchina ha preso fuoco, bruciando vivi tutti quattro occupanti della macchina.

Nel video qui sotto le drammatiche immagini dei due incidenti

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=q_YtoX-GNSk%5D

Annunci
commenti
  1. Luciano Tanto ha detto:

    “Come a Napoli”? Vi leggo sempre, ma questa affermazione é inverosimile e dannosa.

    Mi piace

  2. No Pasdaran ha detto:

    Caro Luciano,
    in primis scusaci se il titolo ti ha offeso. Il senso è semplicemente di rilevare la somiglianza tra due fatti avvenuti in Italia e in Iran. Niente di piu’ e ovviamente nessuna offesa verso Napoli e i suoi cittadini. Come sai i titoli sono sempre di impatto per cercare di catturare l’attenzione. Ti ringraziamo sinceramente per il tuo interesse verso il nostro sito e speriamo che continuerai a leggerci sempre.
    Con rispetto,
    No Pasdaran

    Mi piace

  3. luciano tanto ha detto:

    niente paura. anch’io sono giornalista, “uso” esempi e metafore quando conviene, ma neutralitá e veritá sono la giusta misura. continueró a leggere e diffondere le vostre notizie in argetina, da dove scrivo. saludos.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...