enhanced-28495-1410213745-1

Da 71 giorni si trova nelle mani dei carcerieri iraniani. Il suo nome è Ghoncheh Ghavami ed è una ragazza di 25 anni, arrestata dai Pasdaran solamente per aver tentato di assistere alla partita di pallavolo tra Iran e Italia. La partita venne giocata il 20 giugno e, in quel giorno, con Ghoncheh vennero arrestate altre 50 donne che tentarono solamente di recarsi allo stadio a vedere il match. Come noto, il regime iraniano vieta alle donne di assistere agli eventi sportivi pubblici, aperti solamente agli uomini. Ghoucheh Ghavami, per la cronaca, ha potuto aver contatti con la sua famiglia solamente dopo 24 giorni di prigionia. Settimane di silenzio, in cui la povera ragazza è stata continuamente interrogata e umiliata.

Il fratello di Ghoncheh, Iman Ghavami, ha descritto la sorella come una sostenitrice dei diritti umani, tornata un anno fa in Iran dall’Inghilterra, proprio al fine di sostenere la speranza di cambiamento promessa dal Presidente Hassan Rouhani. Una speranza, purtroppo, mal risposta che l’ha portata tra le sbarre della prigione della Repubblica Islamica. Iman Ghavani, chiaramente, si è appellato anche al Foreign Office inglese che, sinora, non ha ottenuto la liberazione della donna (nonostante la riapertura dell’Ambasciata inglese a Teheran, avvenuta nel giugno di quest’anno…).

Da parte nostra, lanciamo un pubblica appello al Primo Ministro Matteo Renzi e al Ministro degli Esteri – e neo Mrs. Pesc – Federica Mogherini. La dignità delle donne e la parità tra i sessi è, almeno a parole, un punto cardine di questo esecutivo di centro sinistra. In nome di questi diritti e della difesa della dignità umana, chiediamo ai due rappresentanti politici italiani di agire presso il Governo dei Mullah, per ottenere l’immediata scarcerazione di Ghonceh Ghavami. Ghonce desiderava veder giocare la sua squadra e ammirare la bravura anche dei giocatori italiani. La Repubblica Islamica, come sempre, ha negato a lei e alle altre donne questo sacrosanto diritto. E’ ora che l’Italia democratica faccia sentire la sua voce contro questa intollerabile barbarie.

Vi invitiamo a fare like sulla pagina Free Ghonceh Ghavani: https://www.facebook.com/FreeGhonchehGhavami

enhanced-30537-1410214805-16

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...