Iran-embassy-Ottawa-closed

Teheran comincia ad avere paura. A due anni dall’inizio del processo contro la Repubblica Islamica, il Canada ha dettato la strada: è necessario bloccare gli asset dell’Iran, per ripagare le vittime del terrorismo internazionale internazionale finanziato da Teheran. In questi giorni, dopo mesi di attacchi e rifiuti, il regime iraniano ha nominato un avvocato per cercare di ribaltare la decisione dei giudici canadesi. Nei due anni appena trascorsi, le vittime del terrorismo iraniano, hanno chiesto ad Ottawa di bloccare anche i beni diplomatici dell’Iran per ottenere i risarcimenti, Il Governo canadese, almeno sinora e nonostante la fine delle relazioni diplomatiche con l’Iran, ha evitato di toccare gli asset diplomatici, frutto di una delicata legistazione internazionale. Per il resto, però, il Governo canadese appoggia in pieno la battaglia delle vittime del terrore dei Mullah. La discesa in campo legale di Teheran, mira a sovvertire la legistazione canadese che permette alle vittime del terrorismo di rifarsi sui carnefici. Il Canada è un caso magistrale  di come bisogna agire contro la Repubblica Islamica: ferma condanna della Velayat-e Faqih, difesa dei diritti umani, fine delle relazioni diplomatiche e blocco degli asset economici del terrore.

Davvero un esempio coraggioso da seguire!

[youtube:https://www.youtube.com/watch?v=xLo7b2ztJ1o%5D

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...