LE PRIORITA’ DI KHAMENEI: FINANZIARE IL TERRORISMO IN TUTTO IL MONDO

Pubblicato: giugno 4, 2013 in Iran Al Qaeda, Iran Hezbollah, Iran in Siria, Iran notizie, Iran Palestinesi, Iran Politica Estera, Iran Regime, Iran terrorismo
Tag:, , , , , , , , , ,

IRAN TERRORISMOIl regime iraniano ha fatto dell’Islam e della difesa della minoranza sciita nel mondo mussulmano una bandiera della sua esistenza. In base a questo obiettivo, il regime iraniano interviene all’esterno dei suoi confini per “combattere i nemici e sostenere l’asse della resistenza”. Il problema, però, è che l’intervento del regime iraniano oltre i suoi confini non è affatto basato sulla difesa di una minoranza oppressa e di seguito ve lo dimostretemo.

Il finanziamento di Hezbollah e dei gruppi terroristi in Iraq, se vogliamo, rientra nella categoria della solidarità iraniana con i “fratelli sciiti” (sebbene anche su questo ci sarebbe da scrivere un trattato). Meno noto, invece, è il sostegno che Teheran da alle organizzazioni terroriste sunnite, responsabili spesso dell’uccisione di migliaia di sciiti in tutto il Medioriente.

L’Iran, infatti, garantisce armi e fondi ad Hamas e al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina. Il Fronte Popolare, per la cronaca, è un movimento terrorista marxista e completamente ateo…Non basta: l’Iran fornisce addestramento e missili ai Talebani in Afghanistan e Pakistan, al solo scopo di colpire gli Stati Uniti e i suoi uomini presenti a Kabul. In questi giorni, tra l’altro, una delegazione ufficiale dei Talebani ha visitato l’Iran, ricevuta con tutti gli onori.

Il legame con Al Qaeda è davvero da analisi “psicoanalitica”. Mentre i Pasdaran/Hezbollah e Al Qaeda combattono l’uno contro l’altro in Siria, Teheran continua a lasciare ai terroristi di al-Qaeda la possibilità di usare liberamente il suo territorio come base per il finanziamento e il reclutamento dei miliziani sunniti da inviare in Siria a combattere contro Bashar al-Assad.

Il Dipartimento di Stato americano, in questi giorni, ha rimarcato la presenza indisturbata nella Repubblica Islamica di due operativi di al-Qaeda denominati Muhsin al Fadhli e Adel Radi al Wahabi (foto sotto). Così, lo stesso regime iraniano che interviene in Siria per salvare il popolo Alawita dai “cattivi sunniti”, aiuta attivamente i “cattivi sunniti” ad uccidere gli Alawiti…Da capogiro…E’ probabile  che la presenza in Iran di operativi di Al-Qaeda, faccia parte del più grande accordo tra il regime iraniano e i Talebani che coinvolge, come suddetto, anche il Pakistan e l’Afghanistan.

Quello dell’Iran non è affatto un intervento esterno improntato alla solidarità religiosa o etnica. Si tratta di un mero intervento basato unicamente sullo scopo di diffondere terrore generalizzato per il mondo e creare instabilità. Lo scopo, chiaramente, è uno solo: salvaguardare l’esistenza della Repubblica Islamica ad ogni costo, anche al prezzo di sacrificare quotidianamente centinaia di vite innocenti.

In merito all’Iran e al terrorismo, si legga il recente rapporto rilasciato pochi giorni fa dal Dipartimento di Stato Americano: http://www.state.gov/j/ct/rls/crt/2012/209985.htm

Le foto dei due operativi di Al-Qaeda in Iran

Mohsen al-Fadhli

Mohsen al-Fadhli

Adel Radi Saker al-Wahabi

Adel Radi Saker al-Wahabi

Annunci
commenti
  1. groupage ha detto:

    Blog fatto davvero bene. Se posso permettermi di dare un piccolo consiglio, cercherei di implementare meglio la funzionalità dei feed RSS, dato che per quanto mi riguarda sono una consistente fonte di traffico. Ancora complimenti per il sito.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...