Archivio per novembre, 2012

Menashe Amir, esponente della Comunità ebraica iraniana, ha avuto il coraggio di raccontare e di denunciare pubblicamente l’efferrato delitto che è stato commesso in questi giorni a Isfahan, una delle più note e più belle città iraniane: una donna di religione ebraica di 57 anni è stata brutalmente uccisa da alcuni vicini di casa per una questione legata alla proprietà del terreno. La donna, secondo quanto si è riusciti a sapere sinora, si chiamava Tuba N. (il cognome è stato volutamente omesso per porteggere la sua famiglia) e sarebbe stata accoltellata e mutilata per essersi rifiutata di vendere il terrendo su cui è costruita la sua casa alla vicina Moschea, per  permettendone l’allargamento. Da mesi la famiglia di Tuba era sotto minaccia per essersi opposta alle minacce dei vicini e aveva deciso di appellarsi anche alla Corte.

L’omicidio, terribile, sarebbe avvenuto durante l’assenza del marito di Tuba N., recatosi fuori città per motivi di lavoro. Un omicio efferato, compiuto da fondamentalisti senza pietà e senza onore, capaci di aggredire e uccidere brutalmente una donna sola e indifesa.

Nella città di Isfahan, per la cronaca, una volta esisteva una Comunità ebraica di oltre 1,200 persone. Purtroppo, oggi, il numero di ebrei in tutto l’Iran è drammaticamente diminuito. Così come quello dei cristiani e dei seguaci della fede Baha’i. Ancora una volta il regime degli Ayatollah si è rivelato incapace di difendere le minoranze religiose presenti nel Paese. Minoranze oppresse e umiliate ogni giorno di più. Tutto ciò contro la tradizionale cultura tollerante e aperta propria del popolo iraniano.

L’ennesimo crimine di cui è complice questo colpevole regime!!!

[youtube:http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Bru2q5YPGOk%5D

Su questo blog lo avete sempre letto molto chiaramente: il programma nucleare iraniano è “military oriented”, ovvero non è assolutamente pacifico e ha come fine ultimo l’acquisizione delle potenzialità per costruire un ordigno nucleare. Di questo, nonostante le farneticazioni degli “utili idioti” di cui Teheran dispone nel mondo, ne è prova la storia del programma nucleare iraniano, il fatto che esso sia totalmente sotto il controllo dei Pasdaran, la scoperta – mai denunciata dal regime – di impianti segreti per l’arricchimento dell’uranio oltre il 3,5% e il parallelo programma missilistico iraniano. Di tutto questo vi abbiamo parlato, in passato, assai approfonditamente.

Adesso, finalmente, una nuova prova viene diffusa all’intera opinione pubblica: è stato infatti pubblicato il diagramma che dimostra come gli scienziati iraniani abbiamo simulato al computer una esplosione nucleare tre volte piuù potente di quella di Hiroshima!!! Una esplosione catastrofica e devastante! Adesso basta: è necessario che l’opinione pubblica si muova e, per mezzo di una campagna sui social network, faccia pressione sui diplomatici internazionali per isolare completamente Teheran e forzare il regime ad abbandonare questo programma di morte.

JOIN US…STOP #IRANOSHIMA NOW!