IL REGIME MINACCIA I PAESI DEL GOLFO: “FATE COME DICIAMO NOI OPPURE……”

Pubblicato: aprile 3, 2012 in Iran armamenti clandestini, Iran Diplomazia, Iran politica, Iran Politica Estera, Iran terrorismo
Tag:, , , , , , ,

Ormai il regime iraniano affronta la politica estera senza alcun tipo di scrupolo. Da anni, come noto, sta prendendo in giro la Comunità Internazionale con un programma nucleare a fini militari accompagnato da un programma missilisti tra i più sviluppati del mondo. Un chiaro segno della volontà del regime di arrivare alla costruzione della bomba atomica o, per lo meno, di raggiungere il know-how per poterlo fare. L’obiettivo finale è semplice: raggiungere lo status di potenza per divenire come la Corea del Nord: un Paese immune dagli attacchi esterni e capace di opprimere la propria popolazione senza pietà.

Adesso la Repubblica Islamica, senza mezzi termini, minaccia di agire direttamente contro i Paesi del Golfo, nel caso in cui questi mettano in atto delle politiche sgradite alla Repubblica Islamica. L’affermazione è stata espressa chiaramente da Alaeddin Boroujerdi, Responsabile della Commissione Esteri del Parlamento iraniano che, parlando all’agenzia di stampa iraniana MehrNews a proposito dell’ipotesi americana di schierare uno scudo missilistico a difesa dei Paesi del Golfo Persico/Arabico, ha detto che “l’Iran risponderà con fermezza contro ogni misura messa in atto contro i suoi interessi nazionali”. Ergo, da qui si evince che per l’Iran l’interesse nazionale è mantenere tutti gli Stati del Golfo (Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait, Qatar, Omar e Emirati Arabi Uniti) sotto lo scacco dei propri missili a media gittata…

Non basta: nelle stesse ore l’agenzia semi ufficiale del regime iraniano FarsNews (praticamente controllata dai Pasdaran), ha pubblicato le dichiarazioni del Responsabile della Commissione Difesa del Parlamento iraniano, Gholam-Reza Karami. In questa battuta di agenzia Karami, senza mezzi termini, ha minacciato esplicitamente l’Arabia Saudita di una ritorsione nel caso in cui quest’ultima interferisca con gli interessi iraniani in Siria. “L’Iran” – ha detto Karami – “sulla base della sua dottrina di difesa, difenderà quei Paesi che sono in prima linea contro gli Stati Uniti e Israele. La Siria è in prima linea contro Israele e l’Iran, insieme alla nazione siriana, non permetterà agli Stati Uniti, Israele e all’Arabia Saudita di complottare contro Damasco”. Sempre in nome della “dottrina di difesa”, Teheran sta inviando in Siria mezzi, soldi e uomini per uccidere i manifestanti siriani…

Questo è solo un assaggio che ben fa comprendere come, un Iran in possesso della tecnologia per produrre un ordigno nucleare, rappresenta una minaccia diretta alla stabilità internazionale e agli interessi delle democrazie. Solo un fronte unito della diplomazia mondiale potrà evitare che la situazione diventi drammatica e irrimediabile. Obama è avvisato…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...