LA COREA DEL NORD TESTA UN MISSILE A LUNGA GITTATA PER L’IRAN?

Pubblicato: marzo 30, 2012 in Iran armamenti clandestini, Iran Nucleare, Iran spazio
Tag:, , , , , ,

La morte del dittatore Kim Jong-Il e l’avvento al potere del “formoso” Kim Jong-un sembrava aver aperto la porta ad una Corea del Nord maggiormente disposta al dialogo con la Comunità Internazionale. Beh, le aspettative delle diplomazie mondiali sono state presto disattese: Pyongyang, dopo una iniziale apertura, ha annunciato che tra il 12 e il 16 aprile prossimo lancerà in orbita  un satellite da osservazione. La notizia è stata riportata in esclusiva dal New York Times ed è stata in seguito confermata dalle stesse autorità nordcoreane.

Dove sta il problema? Molto semplice: tralasciando gli effetti sul conflitto tra Nord e Sud Corea, il lancio del satellite in orbita preoccupa non poco coloro che si occupano direttamente del programma nucleare e missilistico iraniano. La collaborazione su queste materie tra Iran e Corea del Nord, infatti, è ben nota, tanto che i missili a lungo raggio iraniani – i famosi Shahab – si basano tutti su modelli di missili nordcoreani No-Dong.

Il 6 marzo scorso riportammo la notizia che Pyongyang avrebbe, per conto di Teheran, già testato il primo ordigno nucleare nell’aprile del 2010. L’esclusiva venne pubblicata sul giornale tedesco Die Welt che, a sua volta, si basava sulle affermazioni dell’esperto nucleare Hans Ruhle. Ruhle evidenziò l’anormalità di una delle due esplosioni nucleari nordocoreane dell’aprile 2010, ottenuta tramite arricchimento dell’uranio U-235 e non sul plutonio (su cui si fonda l’intero programma nucleare nordcoreano). Per Ruhle, era evidente quindi la mano di tecnici di un Paese terzo, chiaramente l’Iran.

Ora, il prossimo lancio del satellite della Corea del Nord, sembrerebbe essere un nuovo passo verso l’indiretta collaborazione di Pyongyan al programma missilistico iraniano: il missile che lancerà il satellite nordcoreano nello spazio, infatti, servirebbe da modello all’Iran per la costruzione del nuovo missile modello Shahab (forse lo Shahab-5), a lunga gittata, capace di montare un ordigno nucleare.

Va ricordato che, tre anni or sono, l’Iran ha lanciato in orbita un satellite denominato per mezzo del missile a lunga gittata Safir, praticamente interamente costruito sulla tecnologia degli Shahab, a loro volta quasi interamente basati sul modello missilistico nordcoreano del No-Dong. Come se non bastasse, nel novembre 2010, è stato rivelato un cable di Wikileaks che prova la vendita di 19 missili BM-25 (basati su tecnologia russa) da parte di Pyongyang a Teheran, a lunga gittata e capaci di raggiungere il territorio europeo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...